News
14/06/2019
Il primo caso, condiviso dai dottori Giuseppe Caprio e Desirée Picascia, tutor il prof. Alessandro Federico, riguarda una suora missionaria che, in seguito a comparsa di dispnea ed epigastralgia irradiantesi alla regione sovraclaveare, praticava ecocardiografia che evidenziava ingrandimento dell’atrio destro con versamento pericardico; praticava inoltre ecoaddome che riscontrava lesioni epatiche secondarie (EGDS e colonscopia negativa). In seguito alla comparsa di flushing postprandiale e dimagramento, praticava octreoscan ed enteroRMN che riscontravano la presenza di anse digiunale ispessite a livello del fianco sx captanti octreotide. La biopsia della lesione epatiche confermava la diagnosi di tumore neuroendocrino dell’intestino tenue.
Nel secondo caso i dottori Giuseppe Caprio e Luciana Avallone ci suggeriscono di non fidarci di una LOS! Il caso riguarda una donna di 60 anni che per comparsa di prurito appendicolare, astenia, inappetenza e calo ponderale, praticava esami ematochimici che riscontravano aumento degli indici di colestasi e di citolisi, ed esami strumentali che evidenziavano una cirrosi epatica con dilatazione delle vie biliari e con presenza di numerose centimetriche aree nodulari con comportamento contrastrografico suggestivo per secondarietà. Un approfondimento TC evidenziava numerose formazioni nodulari anche al torace; la puntura diretta delle lesioni epatiche confermava il sospetto di istiocitosi a cellule di Langherans epatica.
UNIGASTRO - Coordinamento nazionale dei docenti di gastroenterologia
Segreteria generale: Corso di Francia, 197 - 00191 Roma
Tel: 06 36388336 Email: info@unigastro.it
P. IVA: 05409941001
C.F.: 02238090365
PEC: unigastro@legalmail.it